Arredamenti Di Modugno


Vai ai contenuti

Detrazioni per mobili e arredi

Promozioni attive

Circolare del 18/09/2013 n. 29 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa
Decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63
Interventi di efficienza energetica
Interventi di ristrutturazione edilizia
Acquisto di mobili per l'arredo e di elettrodomestici
Detrazioni

Il decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, entrato in vigore il 6 giugno 2013, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2013, n. 90 (di seguito decreto), contiene alcune misure agevolative dirette a favorire il miglioramento dellefficienza energetica degli edifici e il recupero del patrimonio edilizio, anche con finalità di stimolo dei settori produttivi di riferimento.

3. ACQUISTO DI MOBILI E DI GRANDI ELETTRODOMESTICI
L'art. 16, comma 2, del decreto, nel quadro delle misure adottate per favorire la ripresa economica, prevede che Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1 è altresì riconosciuta una detrazione dallimposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, nella misura del 50 per cento delle ulteriori spese documentate e sostenute dalla data di entrata in vigore del presente decreto per lacquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista letichetta energetica, finalizzati allarredo dellimmobile oggetto di ristrutturazione..
Il medesimo comma 2 stabilisce che la detrazione da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro..
La detrazione in esame presenta sostanziali analogie con la detrazione a suo tempo prevista dallart. 2 del decreto-legge n. 5 del 2009 (anchessa diretta ad agevolare le ulteriori spese sostenute per lacquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati allarredo dellimmobile oggetto di ristrutturazione); se ne distingue, tuttavia, per alcune differenze, sia nel testo della disposizione agevolativa che nel contesto normativo di riferimento, che non consentono di fare un mero rinvio alle istruzioni già emanate con riguardo alla precedente agevolazione (cfr. circolare n. 35/E del 16 luglio 2009, circolare n. 21/E del 23 aprile 2010, paragrafo 2).
3.1 Soggetti che possono beneficiare della detrazione
I soggetti che possono avvalersi del beneficio fiscale sono individuati indirettamente dal comma 2, mediante riconoscimento della detrazione
Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1, ossia ai contribuenti che, come chiarito al precedente paragrafo 2 di questa circolare, fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui allart. 16-bis del TUIR con la maggiore aliquota del 50% e con il maggior limite di 96.000 euro di spese ammissibili.

Home Page | Azienda | News e consigli | Contatti | In evidenza | Cerca il prodotto | Mappa del sito


Menu di sezione:

  • Detrazioni per mobili e arredi

Torna ai contenuti | Torna al menu